Auto elettriche, gli esperti Usa: “non interferiscono coi dispositivi salvacuore”

Le auto elettriche non comportano rischi per chi, soffrendo di cardiopatie, ha impiantati un pacemaker o un defibrillatore. Il dubbio che invece potessero esserci dei problemi era venuto ad alcuni studiosi, timorosi che i campi magnetici prodotti dai veicoli a batteria rendessero vano il lavoro dei dispositivi medico-cardiaci.

A sostenere invece la tesi della non-interferenza è un recente studio della Wright State University (Ohio) presentato alle American Heart Association’s Scientific Sessions, che si è basato sull’osservazione di 26 uomini e otto donne tutti “muniti” di dispositivi medicali impiantabili di diverso tipo, di età compresa tra 46 e 85 anni.

Queste “cavie” sono …read more