Catalogna, per Puigdemont non è ancora finita

Carles Puigdemont, con la fuga messa in atto per evitare l’ordine di arresto per i reati di sedizione, ‘rebelión‘ (delitto contro la Costituzione assimilabile all’eversione dell’ordine democratico previsto dal nostro codice penale) e malversazione emesso dal giudice Pablo Llarena, è riuscito a creare non poche tensioni politiche tra Madrid e diverse cancellerie europee.

Agli imbarazzi con l’esecutivo belga – nella cui coalizione il movimento fiammingo vede con favore la causa indipendentista catalana – sono seguite le polemiche tra il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis e il ministro di Giustizia tedesco Katarina Barley. Quest’ultima aveva …read more