Crac Tercas, sequestrati 3,8 milioni: “Distrazione di fondi che ha contribuito al dissesto della banca”

Mosse da manuale per una (quasi) perfetta distrazione di fondi e l’ineluttabile dissesto di una banca. È sufficiente leggere le 12 pagine di sequestro preventivo – per ben 3,8 milioni – eseguito martedì dalla Guardia di Finanza, per comprendere come si possano mandare in fumo 30 milioni. Soldi che dovevano tornare nelle casse della banca Tercas e che, invece, restavano nelle tasche di Cosimo De Rosa, amministratore di fatto di una società fallita, la Dierreci Costruzioni srl.

Siamo dinanzi all’epilogo della maxi inchiesta sulla banca teramana, con un fascicolo aperto pochi mesi fa, che conta sette indagati – Cosimo De …read more