Prima della Scala, con la Buy e senza la Marini ecco la normalizzazione del foyer. E la politica? Fugge da dietro

“Vai, vai, vai, vai!” urla il poliziotto in borghese all’autista del Suv che ha appena terminato l’operazione di scarico del Confa. Ma calmati, gli dice un collega ricordandogli che non è un posteggio di Pozzuoli. Il parcheggiatore della Digos è l’unico eccitato: alla Prima della Scala – apriti cielo – si parla più dei personaggi sul palco che non alle figurine che si dimenano nel foyer. Sembra esaurita la maionese montata con ministri all’Agricoltura, architetti melomani, direttori generali e ragazze cin-cin con una spruzzata di finanzieri a piacere. La Prima ha la faccia di Franco Bassanini che entra come se …read more