Udine, rassegna jazz lascia la città: “Non collaboriamo con il nuovo sindaco che ha vinto con i voti dei neofascisti”

“Non collaboriamo con un sindaco come Fontanini, che ha chiesto il sostegno dell’estrema destra cittadina e di Casapound e ha portato i neofascisti dentro l’amministrazione di una città che è medaglia d’oro al valore militare proprio nella lotta di Liberazione dal nazifascismo“. Giancarlo Velliscig, direttore artistico di Udin&Jazz, ha spiegato così perché dal 2019 il festival internazionale arrivato alla ventottesima edizione traslocherà altrove. La decisione è stata presa dopo la vittoria al secondo turno delle comunali del leghista Pietro Fontanini, che ha battuto l’avversario Pd Vincenzo Martines per soli 280 voti dopo aver ottenuto l’endorsement del movimento neofascista.

“Questa …read more