Ue, Italia deferita alla Corte di giustizia per la Xylella, i livelli di Pm10 e i rifiuti radioattivi

L’Italia finisce davanti alla Corte di giustizia europea per non aver applicato pienamente le misure imposte da Bruxelles sulla Xylella, per aver violato le norme antismog e per non essersi adeguata alle direttive sui rifiuti radioattivi. L’Unione Europea aveva infatti chiesto a Roma di procedere con l’abbattimento degli ulivi malati così da impedire la diffusione nel territorio dell’Unione del batterio killer.

Per quanto riguarda lo smog, invece, la decisione della Commissione Europea si riferisce alla ripetuta violazione dei limiti Ue per il particolato Pm10. Con la stessa motivazione, a quanto si è appreso, l’esecutivo Ue ha deferito Ungheria …read more