Veneto, chiede soldi per saltare le liste d’attesa in ospedale. Il medico: “Era una cifra consona”. Cantone: “È concussione”

Un fiore all’occhiello. Per il governatore Luca Zaia la sanità Veneta è un modello di efficienza da esibire, la prova della gestione virtuosa della cosa pubblica e anche un campo di scontro con le autorità centrali di Roma, ad esempio con il ministro della Salute su inquinamento da Pfas e vaccinazioni obbligatorie. Quando ha letto le anticipazioni di stampa riguardanti una trasmissione televisiva in cui una giornalista filmava di nascosto la richiesta di mazzetta di un primario per saltare le code in ospedale, il governatore è andato su tutte le furie. Gli episodi mostrati dalla trasmissione Petrolio, andata in onda …read more